lunedì 23 aprile 2012

Menù detox... una dietista in cucina! II (1600 Kcal)


Siamo giunti al secondo appuntamento con Paola... le cedo subito la parola, visto che per queste due "puntate" è lei la "mente" di questo blog! ;)

Katrina


Eccoci qui con un nuovo menù giornaliero detox, Katrina si sta impegnando molto per farvi depurare dopo le feste... (forse si sente in colpa per quello che vi ha fatto mangiare per Pasqua???)... meglio non controllare!
Cmq con un menù di 1600 kcal circa abbiamo inserito dei piatti niente male... biscotti a colazione e lasciatemi dire che sono buonissimi...ovviamente accompagnati da un cappuccino di latte scremato e non intero, (non si può avere tutto nella vita)!
Il pranzo è perfetto: pesce con riso...molto mediterraneo anche se quello di Katrina è più chic!
Per la cena devo ovviamente fare una precisazione... la cottura in crosta di sale garantisce che buona parte del grasso contenuto nella pelle del pollo venga asciugata, ma purtroppo sempre di pelle si tratta... quindi, per tutti coloro che intendono rimanere più detox possibile consiglio di scartarla, altrimenti godetevela perché rimane bella croccante!
Non ho altro da aggiungere se non una precisazione per quelli che sono a dieta a cui esce la bava ogni volta che aprono questo sito... togliendo un po' di riso circa 20 gr, riducendo un po' l'olio a pranzo e eliminando parte dei ceci a cena siamo dentro ad un menù di 1400 kcal... potete godervelo pure voi!
Con l'augurio che la vostra disintossicazione sia saporita, vi saluto!
Al prossimo menù!

Paola Mancinelli





Menù detox II-1600 Kcal

Colazione: 3 biscotti ai fiocchi d'avena, fragole, cappuccino (310 Kcal)

***

Spuntino mattutino: 2 kiwi (88 Kcal)

***

Pranzo: Ceviche de pescado, riso e dadolata di pomodori (668 Kcal)

***

Spuntino pomeridiano: Ananas (64 Kcal)

***

Cena: Pollo in crosta di sale & insalata di ceci (488 Kcal)

***


Colazione
Foto scattata da Katrina Malcolm
3 biscotti ai fiocchi d'avena, fragole e cappuccino - 310 Kcal (x1 persona)
Devo dire che la nostra dietista è piuttosto magnanima... pensavo di doverla supplicare per ottenere una colazione con cappuccino e biscotti, invece, l'unico imperativo erano le fibre... perciò ho pensato a questo delizioso escamotage... una ricetta della mia infanzia alla quale mi sono concessa di aggiungere delle gocce di cioccolato fondente. Con la ricetta che vi propongo ne vengono circa 40/45, ma per disintossicarsi ne sono concessi solo 3 a pasto, insieme alle fragole e al cappuccino.

Per il cappuccino:
- 200gr latte scremato 
- 40gr caffè (circa 1 tazzina e 1/2)
- 5gr zucchero (1 cucchiaino)

Per la frutta:
- 102 gr fragole (al naturale)


Per i biscotti:
- 250gr fiocchi d'avena
- 125gr burro
- 50gr farina di mandorle
- 120gr zucchero
- 90gr di gocce di cioccolato fondente
- 1 cucchiaino di cannella in polvere
- 1/2 bustina di lievito pane degli angeli
- Buccia grattugiata di 1 limone
- 1 uovo intero
- 1 tuorlo
1. Preriscaldate il forno a 180° e preparate una o due teglie ricoperte di carta forno. 
2. In una ciotola mischiate i fiocchi d'avena con lo zucchero, la farina di mandorle ed il burro ammorbidito. 
3. Aggiungete quindi le uova (1uovo+1 tuorlo), le gocce di cioccolato, la cannella e la buccia grattugiata di un limone (mi raccomando... solo la parte gialla, il bianco cuocendo diventa amaro). 
4. Infine aggiungete il lievito. 
5. A questo punto impastate il tutto con le mani, assicurandovi di amalgamare bene tutti gli ingredienti. I fiocchi d'avena sono abbastanza asciutti, lavorandoli insieme agli altri ingredienti si ammorbidiranno.
6. Quindi, preparate delle palline da 15gr ognuna e mettetele sulla teglia ad una certa distanza l'una dall'altra, le palline hanno bisogno di spazio perché lieviteranno e si allargheranno.
7. Cuocete a 180° per 20 minuti. 
8. Lasciate raffreddare i biscotti prima di toglierli dalla teglia.
Tip: per fare le palline con maggiore facilità preparate una ciotola di acqua per bagnare continuamente le mani, in questo modo l'impasto non si attaccherà alle mani e lavorerete più speditamente.
Tip: per capire lo spazio necessario tra i biscotti, fate una infornata di prova.
Tip: con questo impasto vengono circa 40/45 biscotti che potrete conservare in una scatola di latta, se non avete il tempo di infornarli tutti, preparatene un po' e congelate il resto dell'impasto.


Spuntino mattutino

2 kiwi - 88 Kcal (x1 persona)
Il frutto sembra essere un vero toccasana per la salute! La sua polpa soda, dolce e acidula contiene infatti più vitamina C di limoni, arance e peperoni. È anche ricco di potassio, vitamina E, rame e ferro,  in più contiene minerali e fibre in quantità! 

-2 kiwi (200gr).



Pranzo
Foto scattata da Katrina Malcolm
Ceviche de pescado, riso e dadolata di pomodori - 668 Kcal (x1 persona)
Questa è una fantastica ricetta sudamericana, che presenta delle varianti da paese a paese ma che Ynes, una solarissima signora Peruviana, mi ha insegnato a farlo così! Per il pranzo, grazie anche alle fibre ottenute usando il riso venere insieme a quello bianco (piccola forzatura rispetto alla ricetta originale... ;D) ci siamo guadagnati pure un bicchiere di vino bianco! Forse, per la prima volta in vita mia, grazie a Paola, sento di potermi riappacificare con l'idea di stare a dieta... (ho detto forse... ;D). La ricetta di Ynes è fatta con il persico, ed è così che lo potete preparare se non volete stare a dieta perchè è il pesce più adatto per questa ricetta ma è anche più grasso del merluzzo, quindi, per "cause di forza maggiore" lo abbiamo sostituito...
Ingredienti:
- 150gr merluzzo o nasello surgelato o congelato da voi (vedi nota*)
- 1 o 2 peperoncini freschi
- 60gr cipolla di tropea
- 150gr (15cucchiai circa) succo di limone
- 15gr (1cucchiaio e1/2 circa) olio extravergine di oliva
- 80gr riso (40gr riso venere e 40gr riso bianco)
-1 spicchio di aglio
- 100gr pomodori da insalata
- 30gr sedano
- 20gr peperoni
- Coriandolo o prezzemolo
- Sale grosso & pepe
- 150gr vino bianco


Per il ceviche:
Come prima cosa, perché questo piatto abbia il sapore caratteristico del ceviche bisogna utilizzare il coriandolo fresco, che però non è facilmente reperibile... il mio arriva dal Perù con furore... ma non tutti hanno una Ynes nella loro vita! Quindi se non riuscite a trovarlo potete sostituirlo con il prezzemolo.
1. Come prima cosa mettete il trancio di merluzzo (o persico) in uno scolapasta e salatelo con abbondante sale grosso, lasciatelo riposare per 30 minuti.
2. Sciacquate il merluzzo e asciugatelo con della carta da cucina.
3. Spremete i limoni.
4. Controllate che non ci siano spine nel trancio di merluzzo e tagliatelo a cubetti.
5. Mettete i cubetti di pesce in una ciotola e versateci sopra il succo di limone fino a ricoprirli del tutto.
6. Tritate il peperoncino e aggiungetelo alla marinatura.
7. Mettete il merluzzo in frigo per due ore circa... l'acido citrico lo cuocerà per voi denaturando le proteine delle fibre muscolari. In questo modo la carne del pesce si rassoda (come quando la si cuoce) mantenendo il sapore crudo.
*N.B. Attenzione: il pesce sembra cotto ma in mancanza del calore i microrganismi e i parassiti eventualmente presenti non vengono eliminati. In particolare, come per tutti i pesci crudi il rischio è l'anisakiasi causata dall'ingestione di larve di anisakis simplex. La US FDA (Food and Drug Administration) raccomanda la cottura oltre i 60°C, l'abbattimento a -35°C (impossibile da effettuare a casa... aimè!), o semplicemente il congelamento a -20°C per 7 giorni. Il D.L. 30 dicembre 1992, n.531 del Ministero della Salute obbliga ad utilizzare pesce congelato o a sottoporre a congelamento preventivo il pesce fresco da somministrare crudo. Infatti l'anisakis e le sue larve muoiono se sottoposti a 60 gradi di temperatura, oppure dopo 96 ore a -15° C, 60 ore a -20° C, 12 ore a –30° C, 9 ore a -40° C. I congelatori domestici arrivano fino a -22°C, è consigliabile non tenerli al massimo per via dei consumi, ma per effettuare questa operazione è bene che lo facciate per il tempo giusto in base alla temperatura che il vostro freezer vi consente di raggiungere. La freschezza del pesce non ha niente a che fare con la presenza o meno di queste larve! Inoltre, il decongelamento è altrettanto importante, lasciate che il pesce si scongeli lentamente mettendolo per una notte in frigorifero.
8. Affettate sottilmente la cipolla e mettetela a bagno in acqua leggermente salata per un paio di ore, in questo modo si addolciranno e saranno più digeribili.
9. Terminata la cottura del pesce, disponetelo in un piatto, conditelo con le cipolle, il coriandolo tritato,  aggiustate di sale e di pepe e versateci sopra il succo in cui ha marinato.
10. La ricetta originale non richiede l'olio di oliva, a voi la scelta... avete a disposizione 1 cucchiaio e mezzo per questo pasto, da dividere tra il ceviche, il riso e la dadolata.

Per la dadolata:
1. Lavate i pomodori, il sedano e il peperone e tagliateli a dadini. 
2. Lasciateli scolare affinché perdano l'acqua di vegetazione.
2. Condite con qualche goccia di succo di limone.
3. Tagliate a metà lo spicchio di aglio e mettetelo nella dadolata (lo rimuoverete prima di servirla)
4. Aggiungete 1/2 cucchiaio di olio di oliva.
Per il riso:
1. Mettete a bollire dell'acqua salata.
2. Cuocete il riso venere prima (seguire i tempi di cottura riportati sulla confezione) e aggiungere poi il riso bianco in modo che giungano a cottura allo stesso momento.
3. Condite con mezzo cucchiaio di olio.


Ho impiattato il tutto con l'aiuto di due coppapasta quadrati, posizionandoli al centro del piatto e inserendo prima la dadolata e poi il riso e pressando con il dorso del cuccchiaio. Ho poi sfilato i coppapasta e ho disposto il ceviche attorno alla "torretta" di riso e pomodori (vedi foto).






Spuntino pomeridiano

Foto scattata da Katrina Malcolm

Ananas - 64 Kcal (x1 persona)
- 1 ananas da 1,5 kg
Tagliato in quarti la polpa sarà più o meno la quantità necessaria, cioè 160gr. In alternativa, se volete essere "ligissimi"... tagliate l'ananas a fette e pesatele.






Cena
Foto scattata da Katrina Malcolm
Pollo in crosta di sale & insalata di ceci - 488 Kcal (x1 persona)
Adoro questa ricetta, il pollo è buonissimo, succulento e la pelle rimane croccante ma quasi del tutto priva di grassi... in più se decidete di prepararlo quando avete ospiti è molto scenografico ed è molto divertente rompere la crosta a tavola!
Ingredienti:
- 1 pollo intero
- 3kg di sale grosso
- 3 rametti di rosmarino
- 2 spicchi di aglio
- mezzo limone
- acqua
- 120gr ceci in scatola
- 10gr (1 cucchiaio) olio extravergine di oliva 
- 100gr finocchio
- 50gr cipolla di tropea
 - sale&pepe

Per il pollo al sale:
1. Fiammeggiate il pollo.
2. Preriscaldate il forno a 200°.
3.  Riempite il pollo con 1 rametto di rosmarino, gli spicchi di aglio schiacciati e il 1/2 limone tagliato in 3 spicchi.
4. Chiudete il pollo con degli stuzzicadenti per evitare che entri il sale.
5. Ungete la pelle con dell'olio.
6. Versate il sale grosso in una ciotola e spezzettate il rosmarino rimasto. Mischiate bene.
7. Scegliete una teglia dai bordi sufficientemente alti da contenere la piramide di sale e mettete 1/3 del sale sul fondo.
8. Adagiatevi sopra il pollo e ricopritelo con una piramide del restante sale. Assicuratevi che il pollo sia completamente coperto.
9. Bagnate leggermente la superficie del sale con dell'acqua (in questo modo otterrete una crosta più compatta).
10. Infornate per 1 ora e 40 minuti.
11. Rompete la crosta con un batticarne e ripulite bene il pollo dal sale prima di servirlo.

N.B. la porzione per una persona è 150gr senza pelle.

Per l'insalata di ceci:
1. Tagliate la cipolla e mettetela a bagno in acqua leggermente salata.
2. Tagliate sottilmente il finocchio, con l'affettatrice o con la mandolina.
3. Scolate i ceci e uniteli alla cipolla ed al finocchio. 
4. Condite con 1 cucchiaio di olio di oliva, una spruzzata di succo di limone, sale & pepe a piacere.

Foto scattata da Katrina Malcolm

Lista componenti
Calorie Kcal 1.618,83
Alcol Kcal 105,00
Proteine g 97,80
Lipidi g 54,18
Glicidi disponibili g 170,19
Amido g 80,08
Oligosaccaridi g 82,02
Fibra totale g 23,07
Colesterolo mg 299,58
Acidi grassi saturi g 13,28
Acidi grassi polinsaturi g 8,50
Acidi grassi monoinsaturi g 27,46
Calcio mg 640,01
Sodio mg 832,28
Potassio mg 4.668,60
Fosforo mg 1.665,50
Ferro mg 13,83
Zinco mg 16,80
Acido Folico mcg 300,75
Niacina mg 23,89
Riboflavina mg 1,37
Tiamina mg 1,20
Vitamina 'A' mcg 270,99
Vitamina 'B6' mg 2,50
Vitamina 'C' mg 438,25
Vitamina 'D' mcg 1,13
Vitamina 'E' mg 14,16
Acido ossalico mg 20,62
Cellulosa g 1,64
Purine mg 312,00
Acqua g 1.687,00

Rapporti componenti
Proteine % 25,84
Lipidi % 32,21
Glicidi % 42,16
Oligosacc./Glucidi tot. % 48,19
Acidi saturi/totale % 26,96
Proteine animali/totale % 74,00
Proteine vegetali/totale % 26,00
Proteine animali g 72,38
Proteine vegetali g 25,42
Fibra totale/1000 Kcal. g 14,25
Suddivisione % tra pasti (Calorie)
Prime scelte
Colazione % 19,18
Spuntino matt. % 5,44
Pranzo % 41,26
Merenda % 3,95
Cena % 30,17

6 commenti:

  1. Complimenti!!! Iniziero' da domani con la dieta detox ma anche a sperimentare le ricette!

    RispondiElimina
  2. Grazie!!! La dieta si inizia sempre domani! ;) (...ma non lo dire a Paola! ;D). Fammi sapere come vengono! :)

    RispondiElimina
  3. grande Katy e Paola fantastiche ricette da sperimentare sempre ..... non solo a dieta!!! le farò sopratutto i primi piatti: baci... ma un bicchiere di birra a cena ? chiediamo alla Paola...

    RispondiElimina
  4. La domanda giusta è aggiungere la birra mantenendo il vino a pranzo o concedersi una birra ogni tanto a cena??? allora la birra apporta meno kcal del vino (infatti una lattina da 33 cl ha più o meno le stesse calorie di un bicchiere di vino da 120ml), quindi non va demonizzata neanche nei piani alimentari dietetici, certo è che deve essere una concessione una tantum e non una costante.
    Anche perchè l'alcool è un nemico delle diete dimagranti!
    Spero di aver chiarito il dubbio

    RispondiElimina
  5. But hey, there are going to be a lot more replica watches Daytonas around for me when people drop them for the new one so I not complaining. I know many that can buy these watches like rolex replica sale but you talking about the folks that are perhaps watches store generation elites that spend money like that, or perhaps the one hit start up wonders that make it rich. Either way you not completely wrong but even the uber rich are spend like that, it probably the reason they are wealthy in the first place. If the replica watches sale is a fraud and rolex should be taken down with extreme prejudice. That is like one of those shocking days in the world when every few years when they have a significant anniversay and they do all the interviews. The rado replica gets high marks from me for having a well proportioned case. Thin and wearable uncommon for a modern mechanical chronograph. Let them run a site see how difficult fake rolex sale can be to keep the content flowing, how much of your own time is spent on keeping the site up and running and keep everyone happy.

    RispondiElimina