sabato 25 febbraio 2012

Filmlicious 2. Crème brûlée

click here for English version

Foto scattata da Katrina Malcolm
Il favoloso mondo di Amélie
Regia: Jean Pierre Jeunet
(Francia 2001)
Con Audrey Tautou e Mathieu Kassovitz
Commedia, 122’
In un’atmosfera tra sogno e favola, il talento visionario di Jean- Pierre Jeunet, racconta il magico mondo in cui vive Amélie Poulain, la cameriera gentile del caffè più ottimista di Montmartre. Amélie, spinta dal suo forte senso di giustizia, decide di dedicarsi a migliorare la vita di quelli che con lei dividono il suo pezzetto di mondo, aiutandoli a realizzare piccoli e grandi desideri. Il film, nella dolcezza di una storia un po’ surreale, si chiede come si fa a rendere felici se stessi quando lo scopo della propria vita è rendere più leggera l’esistenza degli altri. E trova, alla fine, la risposta.
I piccoli piaceri sono le occasioni della vita quotidiana per le quali Amélie ha un gusto davvero speciale: le piace mangiare i lamponi infilati nelle dita di una mano, affondare le mani in un sacco pieno di legumi. E rompere con un cucchiaino la crosta della crème brûlée…
(Tratto da: “IL GUSTO DEL CINEMA INTERNAZIONALE, in 100 e più ricette”, Laura delli Colli. Ed. Cooper, 2007)


Anche nel “magico mondo di Katrina” si mangiano i bucaneve infilati nelle dita di una mano, si affondano le mani nell’impasto della frolla, si mangia la girella srotolandola lentamente, nel risotto si disegna una “x” e lo si osserva mentre “riguadagna terreno” e… ci si meraviglia nel rompere con un cucchiaino le crosta della crème brûlée…

Un piccolo piacere che ho scoperto una decina di anni fa grazie ad un libro di dolci che mi ha regalato mamma: “L’Alta Cucina a Casa Vostra- DOLCI”, Le Cordon Bleu. Ed. Konemann 2000. Visto il mio rapporto complicato con le torte lievitate, questo dolce al cucchiaio è stato il mio cavallo di battaglia in tantissime occasioni!

Crème brûlée (V)
- 4 tuorli d’uovo
- 2 ½ cucchiai di zucchero
- 600 ml di panna
- essenza o estratto di vaniglia (io utilizzo una bacca)
- 3 cucchiai di zucchero
N.B. La crème brûlée deve stare una notte in frigo prima di essere servita.

Preriscaldate il forno a 150° e predisponete 6 ramequin (da 100ml circa). In una grande ciotola resistente al calore mescolate i tuorli con lo zucchero (2 ½ cucchiai) e mettete da parte. Portate la panna aromatizzata con la vaniglia ad ebollizione in una casseruola dal fondo pesante; riducete la fiamma e fate sobbollire per 8 minuti. Rimuovete la pentola dal fuoco e incorporate lentamente la panna alle uova, mescolando vigorosamente per evitare che le uova si cuociano. Filtrate il tutto con un colino e riempite i ramequin.
Accomodate i ramequin in una teglia, che riempirete d’acqua fino a 1 cm dal bordo degli stampini. Infornate per 40-45 min. o finchè la crema risulterà ben ferma al tatto. Estraete dal forno, lasciate raffreddare quindi coprite e mettete in frigo per una notte.
Spolverizzate la superficie di zucchero, distribuitelo omogeneamente con un dito, quindi ripetete l’operazione. Rimuovete dai bordi degli stampini ogni residuo di zucchero, per evitare che bruci. Sistemateli su una placca da forno e passateli sotto al grill molto caldo per 2-3 min, finchè lo zucchero non si scioglie e comincia a cambiare colore. Se invece siete in possesso di una torcia da cottura, potete fare questa operazione in tavola, è molto affascinante vedere lo zucchero che si caramella! Lasciate che il caramello si solidifichi prima di servire.

Tip: questo squisito dessert si combina ottimamente con la frutta. Prima di riempire i ramequin di crema distribuitevi sul fondo qualche frutto di bosco (fragole o lamponi sono perfetti!), oppure delle prugne precedentemente lasciate a bagno nell’Armagnac.

Tip: se non avete i ramequin e non intendete correre a comprarli solo per provare questa ricetta, non vi scoraggiate… preparatela in una teglia… l’effetto non è lo stesso ma almeno non rinuncerete al piccolo piacere di rompere la crosticina con un cucchiaio!

Foto scattata da Katrina Malcolm
Trovate tutto il necessario su amazon, basta seguire questi link:



Libri citati in questo post:


***
Amélie (Original French title: Le Fabuleux Destin d'Amélie Poulain aka The Fabulous Destiny of Amélie Poulain)
A 2001 romantic comedy film directed by Jean-Pierre Jeunet. Written by Jeunet with Guillaume Laurant, the film is a whimsical depiction of contemporary Parisian life, set in Montmartre. It tells the story of a shy waitress, played by Audrey Tautou, who decides to change the lives of those around her for the better, while struggling with her own isolation.
Amélie has a very special taste for the small pleasures of everyday life: she loves to eat raspberries off her fingers, dip her hand in a sack full of grain and break the crème brûlée crust with the tip of a spoon…

In ‘Katrina’s magical world’, something similar happens all the time… I love to eat mini-doughnuts off my fingers, sink my hands in the pastry dough, eat cinnamon whirls unrolling them slowly, eat risotto drawing an ‘x’ with a fork and watch while it ‘regains ground’, and break the crust of my ‘homemaid’ crème brûlée with the tip of a spoon…

I small pleasure I discovered a decade ago… given my ‘complicated relationship’ with baking!

Crème Brûlée (V)
- 4 egg yolks
- 2 ½ tbs sugar
- 600ml cream
- Vanilla essence (I use 1 vanilla bean)
- 3 tbs sugar
The crème brûlée must sit in the fridge overnight.

Preheat oven at 150°C and prepare 6 ramekins. In a large heat resistant bowl mix the yolks with the sugar (2 ½ tbs) and put aside. Bring the cream with the vanilla to the boil in a heavy bottomed saucepan, reduce heat and let it simmer for 8 minutes. Pour the cream into the egg yolks slowly, while stirring vigorously to prevent the eggs from cooking. Strain the cream through a sieve and fill the ramekins. Arrange the ramekins in a pan filled with water (up to 1 cm from the edge of the ramekins). Bake for 40 to 45 min., or until the cream is firm to the touch. Let cool, cover and refrigerate overnight.
Sprinkle the surface with sugar, distributing it evenly with the tip of a finger, do it twice. Remove any excess sugar from the edges to prevent it from burning. Put them on a baking sheet and grill for 2-3 minutes, until the sugar melts and changes colour. If you have a kitchen torch, you can amaze your guests with a little magic!
Let the caramel harden before serving.

Tip: this delicious dessert goes well with fruit. Before filling the ramekins you can put some berries on the bottom of the bowl, or some prunes soaked in Armagnac.

Tip: if you are tempted to give up on this recipe because you don’t have ramekins… think again! You can bake it in a ceramic pan… this way you won’t miss out on the pleasure of breaking the crust with a spoon!

1 commento:

  1. The actual public sale showcased an overall total associated with 518 very carefully curated rolex replica sale as well as came buyers through all over the world, particularly through cartier replica uk as well as Europe. Once more, it had been the Patek Philippe which recommended the very best cost in the purchase, in this instance the rolex replica sale within flower precious metal along with unique purchase situation great deal 225. A distinctive item along with 12 problems, the actual tag heuer replica uk watch had been offered for an on-site bidder for that eye-opening cost associated with replica watches sale. The actual two-sided view comes with an 18k flower precious metal situation and it is problems incorporate a moment repeater along with cathedral gongs, the cartier replica tourbillon, the never ending diary along with flyback retrograde day, the night time skies graph from the North Hemisphere, celestial satellite stages as well as lunar orbit, period from the meridian pathways associated with Sirius as well as celestial satellite, as well as signs with regard to each photo voltaic imply as well as sidereal period.

    RispondiElimina